blog-grid

Regalo di nozze

Vacaru sceglie un XV pesante e porta pure 6 avanti su 7 in panchina. Esordio ufficiale in prima linea per i fratelli Corrado e Adriano Gaeta che affiancano Cotroneo, Fabio Loretti e Quadraro in seconda , completano il pack Luca e Nani Loretti con il sodale Guglielmi in terza. In regia il neo capitano Loddo con Vacaru jr. , ai centri Cerutti e Battaglia, altro esordiente come Di Maria schierato ala con Vicari , chiude Stofella. Grande inizio del Novara che senza timore reverenziale aggredisce i padroni di casa e li mette subito alle corde , imponendo la legge del pack fin dalla prima mischia . La squadra guadagna terreno  , la touche funziona bene con un paio di cassaforti che finiscono corte per un niente , ma in mischia si recupera subito il pallone . Altro pick and go corto fino a che al 9’ la prima linea bergamasca crolla e l’ottimo arbitro estrae senza indugio il giallo : ancora mischia e il carrettino è guidato e concluso in meta da Luca Loretti. Senza esito la trasformazione. Si attende la reazione orobica , ma Nani Loretti recupera il pallone e risospinge la squadra  in avanti : diciamo subito che.......

blog-grid

Un bis sofferto

Su entrambe le panchine si parla rumeno . Il “novarese” Vacaru  deve rinunciare al solo  Tonelli rispetto al XV vincente a Bergamo. Prima linea di gran peso con Adriano Gaeta al tallonaggio affiancato dal fratello Corrado e da Quadraro , Condrut e Loretti  II in seconda,  Guglielmi e gli altri due Loretti in terza . Loddo e Vacaru jr  dirigono il coro , mentre corsa e spazio largo sono cosa di Cerutti , Battaglia , Vicari , Di Maria e Stofella. Il match sembra subito più equilibrato e difficile rispetto alla trasferta bergamasca . Subito fuochi artificiali targati Sondrio che marca pesante al 4’ : touche giocata fuori , buon handling e ala che brucia la nostra difesa che difetta nel placcaggio.  Tocca al  pack raddrizzare subito le cose . Punizione in rimessa laterale acchiappata a due mani da Luca Loretti e letale cassaforte conclusa in meta dal fratello Fabio.  Vacaru trasforma il 7 – 5.  Poche le mischie , dove i nostri sono devastanti , molte di più le touche che sono 50 e 50 perché le squadre si temono e prima di innescare i reparti arretrati  cercano il guadagno territoriale che , per il Novara , è affidato.......

blog-grid

Si parte con la mischia pesante guidata in prima linea dai fratelli Gaeta e Quadraro , Loretti I e Loretti II dietro , chiusi poi da Guglielmi , Loretti III e Tonelli . Loddo e Vacaru classica regia coadiuvati da Cerutti e Vicari centri , Battaglia e Di Maria ali , Stofella estremo. Partenza alla garibaldina delle due squadre . Il Probiotical impegna subito i cussini con un bel multifase , ma sul recupero palla della difesa in pieni 22 i milanesi vanno subito al contrattacco su cui salva Cerutti annullando l’ovale rotolato pericolosamente in aerea di meta. Torna sotto il Novara ; Tonelli si improvvisa calciatore e usa il piede in attacco trovando una traiettoria che per poco non premia la corsa di Battaglia. Arriva intanto la prima mischia della partita che dà fuoco alle polveri . La nostra prima linea sradica gli avversari e il susseguente ingaggio porta alla meta di mischia . Vacaru trasforma. Passano solo tre minuti e il Cus pareggia: mischia ancora vinta nella metà campo ospite , ma Loddo pasticcia nella gestione del pallone e Milano ne approfitta per imbastire un letale contrattacco fermato poco dopo il centrocampo ; ne consegue un calcio nella.......

blog-grid

Novara in formazione tipo con il solo Quadraro preferito ad Adriano Gaeta in prima linea con Cotroneo e Corrado Gaeta; in seconda Fabio Loretti e Condrut, mentre in terza agiscono Guglielmi, Nani Loretti e il fratello Luca. Loddo e Vacaru jr. in regia con Vicari e Battaglia centri, Stofella spostato all’ala con l’inedito Tonelli e Cerutti ad estremo. Primo tempo tutto di marca biellese e si capisce che per il Novara non è giornata quando arriva la prima mischia ordinata dove il nostro pack viene clamorosamente stappato dagli avversari che si esaltano giustamente. Nei primi quindici minuti prevale comunque  la tattica ed il gioco al piede di spostamento ma i calci di Vacaru e Cerutti sono preda dei corrispettivi avversari che dimostrano di avere una gittata e una precisione  maggiore impedendo ai nostri una conquista territoriale interessante. La rimessa azzurra balbetta , complice l’imprecisione di Cotroneo, mentre il Biella è molto preciso e fa decisamente male . infatti al 15’ dopo che  Nani Loretti aveva miracolosamente salvato con un gran placcaggio  la squadra da una veloce incursione del numero 9 avversario , il Novara capitola: rimessa laterale e ottima cassaforte giallo verde che arriva fino in meta. La parte centrale.......

blog-grid

Un barbera troppo vivace

Novara 6 – Monferrato 38 Il Novara regge solo un tempo l’urto di un’altra corazzata del campionato e affonda nel secondo tempo , con l’onore delle armi si , ma con la sensazione di aver ceduto senza combattere appena gli avversari hanno premuto l’acceleratore giocando decisamente al largo una manovra avvolgente che ha tolto il fiato e la lucidità alla nostra difesa . Il Monferrato quindi si impone meritatamente e balza in testa alla classifica approfittando della sconfitta esterna del Biella , mentre il Novara si ritrova penultimo ancora però a distanza di sicurezza da Bergamo che continua a perdere colpi per nostra fortuna. Bella giornata di sole al Laurenti , aria pungente dei primi freddi e bella cornice di pubblico a salutare la ripresa del campionato di serie B dopo la pausa internazionale dei test match. Minuto di silenzio per onorare la prematura e dolorosa scomparsa di Gianni Mogna , Presidente di Probiotical e grande sostenitore del rugby Novara che si presenta al via senza l’infortunato Nani Loretti , sostituito da Fadda in terza linea con Luca Loretti e Hajmeli. Completano i fratelloni Gaeta e Quadraro in prima linea , Fabio Loretti e Condrut in seconda. Solita regia di.......

blog-grid

Il Probiotical Novara chiude nel peggiore dei modi il 2017 subendo una dura lezione dall’Alghero che ricorda nei termini del punteggio alcune prestazioni del primo campionato di serie B disputato dai nostri. E’ evidente che qualcosa si è rotto nel meccanismo del gioco azzurro così come appaiono chiari i sintomi di una condizione fisica precaria in molti degli elementi schierati in campo oggi che , ancora una volta, ha portato ad un cedimento netto nel secondo tempo. Apprezzabile certo la voglia di giocare e di provare a impostare una manovra anche con i tre quarti , ma non si può improvvisare quello che non si ricerca con continuità in allenamento. Diverse le novità nella formazione partente. In campo dall’inizio Cravini alla mediana con Loddo , mentre Vacaru jr. gioca estremo. I tre Gaeta sono i piloni , Condrut e Fabio Loretti in seconda mentre in terza c’è latro Loretti con Tonelli nella sua posizione naturale e Hajmeli alla sua ultima partita in maglia azzurra. Vicari e Battaglia sono i centri , ali Buoso e Stofella. Poche schermaglie iniziali e Alghero va in meta già al 5’ : un bel placcaggio novarese fa scoppiare il pallone di mano al centro sardo.......

blog-grid

Riprende il campionato di serie B e il Novara si presenta in terra bresciana fresco della nuova guida tecnica di Massimo Castagnetti & C. ; ovviamente in poco più di un mese non si può pretendere di raddrizzare subito una barca alla deriva mettendola con il vento in poppa , ma il timone è stato riparato e la rotta è stata indirizzata verso acque più sicure . Pur subendo una netta sconfitta , il Probiotical , specie nel primo tempo, ha retto alla grande il confronto non rinunciando mai a giocare , utilizzando giocatori con poco minutaggio e soprattutto cercando soluzioni tattiche diverse da quelle monocordi basate sul gioco da fasi statiche voluto dalla precedente gestione tecnica. La partita è stata persa nel secondo tempo dove la squadra è tornata a palesare antichi difetti quali la mancanza di disciplina, una ancora carente perfomance atletica e i troppi turn over concessi su nostro possesso palla che hanno spianato la strada alla vittoria dei padroni di casa . Indisponibili Loddo e Tonelli , il Novara si affida ai solidi fratelli Gaeta in prima linea, puntellati dal redivivo Colombo e da Bottero ; flanker Luca Loretti e Hoffman, terza centro Fabio Loretti. Nuova.......

blog-grid

La Probiotical Novara torna alla vittoria, ma che fatica ! Contro la squadra più giovane del torneo la squadra di casa gioca un buon primo tempo dove però raccoglie meno del lecito e poi si complica maledettamente la vita nel secondo tempo quando, sopra per 23 a 5, riesce a farsi rimontare dalla Union, per poi cogliere il successo con una meta proprio allo scadere. La vittoria consente agli azzurri di staccare Bergamo, solitaria ultima a 5 punti, e di agganciare proprio la Union a 15, mentre Lecco sta dietro a 14 punti. Lo Staff, orfano di Fabio Loretti e di Quirino, organizza li pacchetto di mischia attorno ai tre Gaeta, con Colombo e Condrut in seconda, l’unico Loretti, Guglielmi e Tonelli in terza linea. Loddo torna a mediano con Cravini a numero 10 . Centri sono Vicari e Battaglia, alle ali Stofella e Buoso, mentre dietro vigila Cerutti. Il Novara parte molto bene, concentrato sull’obbiettivo con la voglia di fare bottino pieno. Comincia dal piede di Cerutti che al 3’ punisce una infrazione milanese con 3 punti. Complice l’indisciplina ospite e un sontuoso pacchetto di mischia il Novara preme e va all’attacco. La linea arretrata è meno brillante rispetto.......

blog-grid

Il Novara si fa malamente superare in casa in quello che era lo scontro fondamentale in chiave salvezza. Infatti una vittoria avrebbe quasi chiuso i giochi condannando i bergamaschi ai play out, la sconfitta invece li riapre clamorosamente. Bergamo sopra per quanto riguarda la partita odierna, ma ancora sotto agli azzurri in classifica generale a distanza di 7 punti in virtù del bonus difensivo ottenuto oggi. Magra consolazione perché il bottino pieno era ampiamente alla portata della squadra che però non ha saputo interpretare il match. Detto che la forza del pack in mischia chiusa deve essere concretizzata molto di più, detto che nel primo tempo Bergamo entra nella nostra metà campo tre volte segnando due mete mentre i nostri portano a casa la miseria di 8 punti considerando i 25’ passati in attacco, sottolineiamo che il gioco al piede oggi è stato il nostro tallone d’Achille perché molto spesso i calci di liberazione sbagliati si sono tramutati in un boomerang per i micidiali contrattacchi imbastiti dal triangolo allargato bergamasco e poi perché in attacco la scelta del piede va adoperata con il bilancino perché vuol dire perdita di possesso palla e francamente se ne è abusato senza ricavarne nulla........